General

FORLÌ, PRIMA FINALE CHALLENGER PER MUSETTI

“MONTEIRO È FORTE MA ENTRERÒ IN CAMPO PER VINCERE”

FINISCE LA CORSA DI PELLEGRINO

 

 

Forlì, 25 settembre 2020 – Lorenzo Musetti vola per la prima volta in carriera in finale in un torneo Challenger. Nella semifinale degli Internazionali di Tennis Città di Forlì “Memorial Piero Contavalli” il diciottenne di Carrara ha battuto Lloyd Harris con il punteggio di 4-6 6-0 4-1 ritiro (problemi alla zona inguinale della gamba destra per il sudafricano). L’azzurro raggiunge così l’ultimo atto del torneo organizzato da MEF Tennis Events al circolo Tennis Villa Carpena: per il titolo affronterà il brasiliano Thiago Monteiro.

 

Musetti ad un passo dal trofeo – “Innanzitutto mi dispiace per Harris – le dichiarazioni di Musetti dopo la semifinale -, è un bravissimo ragazzo e avrebbe meritato di vincere, visto che stava giocando meglio di me. Non era al 100% e ha preferito non rischiare ulteriori problemi, quindi ha deciso di ritirarsi. Io ero molto nervoso, non ho gestito bene il vento, ma chiaramente sono molto felice di questa prima volta in finale. L’avventura agli Internazionali BNL d’Italia mi ha dato fiducia e consapevolezza, tuttavia so di dover lavorare ancora tanto per migliorare i vari aspetti del mio tennis”. In vista del match per il trofeo: “Speravo di giocare il derby contro il mio amico Andrea Pellegrino, ma Monteiro è stato più bravo. È un avversario forte, top 100, mancino, ma di certo entrerò in campo per vincere”.

 

Monteiro non vuole fermarsi – Thiago Monteiro sarà lo sfidante di Musetti in virtù del successo contro Andrea Pellegrino con lo score di 6-4 4-6 6-1 in 2 ore e 6 minuti di gioco. “Ho battuto un giocatore che sa far tutto – ha affermato il brasiliano al termine dell’incontro -, spingeva bene sia di dritto sia di rovescio. Per vincere ho dovuto dare il 100% in campo: credo di essere stato forte soprattutto dal punto di vista mentale”. Non essendo iscritto al torneo, il ventiseienne di Fortaleza ha dovuto disputare le qualificazioni nonostante la sua classifica (89 ATP): “Sono stato fortunato ad entrare in qualificazioni, partita dopo partita ho trovato il ritmo. Qui a Forlì mi trovo benissimo, finalmente ci sono gli spettatori in tribuna e l’ambiente è davvero piacevole”.

 

I risultati del doppio – Per un problema allo stomaco Andrea Pellegrino, che sarebbe dovuto scendere in campo al fianco di Lorenzo Musetti, si è ritirato dalla semifinale di doppio contro Andrey Golubev ed Andrea Vavassori. Nell’altro match di giornata Tomislav Brkic e Nikola Cacic hanno eliminato Jonathan Erlich ed Andrei Vasilevski con il punteggio di 7-5 6-0. Sabato 26 settembre alle 10 la finale di doppio, non prima delle 12 quella di singolare.

 

I risultati di venerdì 25 settembre

 

Semifinali singolare

Lorenzo Musetti b. Lloyd Harris 4-6 6-0 4-1 rit.

Thiago Monteiro b. Andrea Pellegrino 6-4 4-6 6-1

 

Semifinali doppio

Andrey Golubev/Andrea Vavassori b. Lorenzo Musetti/Andrea Pellegrino W/O

Tomislav Brkic/Nikola Cacic b. Jonathan Erlich/Andrei Vasilevski 7-5 6-0

 

 

 Like

“L’OBIETTIVO È IL PRIMO TITOLO CHALLENGER”

PELLEGRINO STRARIPANTE, AVANTI ANCHE SEPPI

 

 

Forlì, 23 settembre 2020 – Apoteosi al circolo Tennis Villa Carpena: Lorenzo Musetti batte Frances Tiafoe, numero 67 del mondo, con il punteggio di 6-4 5-7 6-2 in 2 ore e 13 minuti di gioco e accede ai quarti di finale del Challenger di Forlì. L’azzurro classe 2002 elimina la prima testa di serie degli Internazionali di Tennis Città di Forlì “Memorial Piero Contavalli”, il torneo targato MEF Tennis Events che entra dunque nella fase conclusiva.

 

Prosegue il cammino di Musetti – “Sono partito bene – l’analisi di Musetti dopo la vittoria -, il match è stato tosto sin dal primo punto. Ho fatto fatica a costruirmi la chance di strappargli il servizio, visto che ha battuto alla grande; sono contento di come ho gestito gli scambi, credo di aver vinto la maggior parte dei punti lunghi. È stata una battaglia, ho cambiato marcia dopo aver recuperato il break di svantaggio nel terzo set e alla fine ce l’ho fatta”. Il momento magico del talento di Carrara non si ferma: “Sono in forma, sto giocando veramente bene e mi sento a mio agio anche fisicamente nonostante le fatiche di Roma. Mi sento alla pari con tutti, non ho paura di affrontare avversari sulla carta più forti di me. Se l’obiettivo è vincere il torneo? Assolutamente sì. Sogno di trionfare davanti al pubblico che mi sta sostenendo giorno dopo giorno. Spero di conquistare il titolo”.

 

Pellegrino fa il colpaccio – In corsa per il titolo anche Andrea Pellegrino: il pugliese si impone sul britannico Cameron Norrie, numero 71 ATP e seconda testa di serie, con lo score di 6-2 6-4 in un’ora e 19 minuti di gioco. Prestazione sontuosa del venitreenne di Bisceglie: “Sono entrato in campo per vincere, determinato, ma non mi aspettavo il successo in due set. Sono stato solido sia con il dritto sia con il rovescio, lui ha commesso qualche errore nei momenti chiave e sono riuscito a portarla a casa. Mi sto allenando bene e i risultati, piano piano, stanno arrivando”.

 

Seppi non delude, out Bonadio – Andreas Seppi affronterà Lorenzo Musetti ai quarti di finale: sconfitto il brasiliano Thomaz Bellucci con il punteggio di 7-5 6-3. Un altro brasiliano, Guilherme Clezar, se la vedrà con Andrea Pellegrino dopo la vittoria nella maratona contro l’argentino Federico Coria (7-6 6-7 6-4). Eliminato Riccardo Bonadio dal terzo rappresentante del Brasile, Thiago Monteiro (2-6 7-6 6-4), avanzano anche il sudafricano Lloyd Harris (7-6 6-4 contro lo statunitense Bjorn Fratangelo) e lo statunitense Alexander Ritschard (5-7 6-3 6-1 contro il brasiliano Pedro Sakamoto).

 

I risultati di mercoledì 23 settembre

 

Secondo turno

Lorenzo Musetti b. Frances Tiafoe 6-4 5-7 6-2

Andreas Seppi b. Thomaz Bellucci 7-5 6-3

Lloyd Harris b. Bjorn Fratangelo 7-6(6) 6-4

Thiago Monteiro b. Riccardo Bonadio 2-6 7-6(2) 6-4

Alexander Ritschard b. Pedro Sakamoto 5-7 6-3 6-1

Guilherme Clezar b. Federico Coria 7-6(6) 6-7(4) 6-4

Andrea Pellegrino b. Cameron Norrie 6-2 6-4

 Like

“MUSETTI E SINNER FUTURI TOP 10 ATP”

LA STORIA DI HARRISON JR COMMUOVE IL CIRCUITO

 

 

Forlì, 20 settembre 2020 – Andreas Seppi si prepara all’esordio nel tabellone principale degli Internazionali di Tennis Città di Forlì “Memoria Piero Contavalli”. La settima testa di serie del torneo ATP Challenger 100 organizzato da MEF Tennis Events al circolo Tennis Villa Carpena affronterà il francese Jules Okala.

 

L’analisi di Seppi – “Sono contento di essere ad un altro torneo – afferma il Davisman azzurro -. Quest’anno abbiamo giocato poco e i miei ultimi match non sono stati molto positivi. Il mio obiettivo qui a Forlì è ritrovare la forma migliore disputando più incontri possibile. Okala? Non lo conosco, ho cercato qualche video su YouTube, ma di sicuro non è mai facile affrontare ragazzi giovani (classe ’97, ndr) che devono ancora presentarsi ai grandi palcoscenici. Saranno fondamentali i primi game”. Poi una riflessione sul tennis post lockdown: “Sicuramente è più facile che capitino risultati sorprendenti. Sto notando che giocatori abituati ad arrivare in fondo nei tornei fanno molta fatica ad andare avanti. Non avevamo mai vissuto una pausa così lunga, bisogna adeguarsi alla situazione: c’è chi ritrova il ritmo più rapidamente e chi è più lento a tornare al suo livello”. Inevitabile un riferimento a Lorenzo Musetti (anche lui in tabellone a Forlì), Jannik Sinner e Giulio Zeppieri, le stelline del tennis italiano che bene stanno facendo anche nel circuito maggiore: “Sono ragazzi con un talento incredibile, agli Internazionali BNL d’Italia si sono espressi alla grande. Sinner lo conosciamo a quel livello già da un anno, Musetti ha fatto vedere le sue straordinarie qualità: possiamo aspettarci grandi cose da loro. Zeppieri qui a Forlì ha superato le qualificazioni, lo guarderò in questi giorni”. In chiusura un pronostico: “Musetti e Sinner futuri top 10 ATP? Per come giocano a tennis sicuramente sì, poi è chiaro che per arrivare così in alto e restarci ci voglia la combinazione di tanti fattori. Bisogna essere fortissimi dal punto di vista fisico e mentale, vedremo come evolveranno le loro carriere”.

 

Harrison Jr torna a sorridere – La “storia” della seconda giornata di gara al circolo Tennis Villa Carpena è quella dello statunitense Christian Harrison (fratellino di Ryan), qualificato in virtù dei successi contro Sadio Doumbia ed Alessandro Bega, che prova a tornare in pista dopo stagioni a dir poco travagliate: “In totale sono stato sottoposto ad 8 operazioni, anche perché ho ricevuto consigli sbagliati da parte dei dottori che mi hanno visitato e forse alcuni interventi non sarebbero stati necessari. Per esempio ho avuto un’infezione alle ossa che mi ha causato enormi problemi. È stato un continuo fermarmi e ricominciare, così da quando avevo 14 anni non sono mai riuscito a giocare con continuità per più di 6 mesi. È stata dura, però ho imparato a non mollare e a trovare soluzioni per riuscire a sentirmi meglio a livello fisico. Negli ultimi 6 mesi ci sono riuscito, quindi non vedevo l’ora di tornare a giocare perché sentivo che il mio corpo fosse pronto. A questo punto per me riuscire a giocare con continuità è la cosa più importante: non mi voglio dare obiettivi di ranking perché in passato ho preso pessime decisioni giocando troppo per cercare di raggiungere una determinata classifica, quando invece avrei dovuto prendermi una o due settimane di riposo. A questo punto devo togliere i risultati dai miei pensieri e godermi i momenti in campo”.

 

Zeppieri qualificato – Superano le qualificazioni anche Giulio Zeppieri (6-3 6-2 al tunisino Aziz Dougaz), il brasiliano Thiago Monteiro (6-2 7-6 a Raul Brancaccio) e lo spagnolo Nikolas Sanchez Izquierdo (6-1 6-2 allo statunitense Alexander Ritschard). Lunedì 21 settembre al via il tabellone principale con l’esordio di Frances Tiafoe e Cameron Norrie, testa di serie numero 1 e 2.

 

I risultati di domenica 20 settembre

 

Ultimo turno qualificazioni

Thiago Monteiro b. Raul Brancaccio 6-2 7-6(4)

Nikolas Sanchez Izquierdo b. Alexander Ritschard 6-1 6-2

Giulio Zeppieri b. Aziz Dougaz 6-3 6-2

Christian Harrison b. Alessandro Bega 6-3 6-2

 

Scarica i tabelloni qui

 Like

BUONA LA PRIMA IN QUALIFICAZIONI PER ZEPPIERI

“L’ESPERIENZA AL FORO ITALICO MI HA LASCIATO TANTO”

 

Forlì, 19 settembre 2020 – Comincia bene l’avventura di Giulio Zeppieri nelle qualificazioni degli Internazionali di Tennis Città di Forlì, torneo ATP Challenger 100 organizzato da MEF Tennis Events al circolo Tennis Villa Carpena. Il mancino di Latina ha battuto Francesco Passaro, classe 2001 come lui, con il punteggio di 6-3 6-2 in un’ora e 10 minuti di gioco nel match più atteso della prima giornata di gara.

Zeppieri: “Musetti? Fantastico, successi meritati” – Una prestazione convincente da tutti i punti di vista che lascia soddisfatto ‘Zeppo’: “Non era una sfida facile. Io e Francesco siamo molto amici, ci conosciamo bene, è sempre complicato affrontarsi. Fortunatamente ho servito bene e sono riuscito a mantenere profondi i miei colpi con continuità, sbagliando davvero poco. Sono contento”. L’allievo di Piero Melaranci è reduce dagli Internazionali BNL d’Italia, in cui ha vinto due incontri nelle qualificazioni prima di arrendersi all’ultimo turno, in 3 set, contro l’amico Lorenzo Musetti: “L’esperienza di quest’anno al Foro Italico mi ha lasciato tanto. Prima di andare a Roma non ero in forma e facevo fatica anche fisicamente: al Foro, anche grazie all’atmosfera di uno dei circoli più belli del mondo, sono riuscito ad esprimermi alla grande. Le vittorie di Musetti? Fantastico. Naturalmente è anche merito mio, visto che ha dovuto battere me per entrare nel tabellone principale (ride, ndr), ma sono contentissimo per lui. Se lo merita, stava facendo le cose nel modo giusto e l’exploit è arrivato: spero ne vivrà tanti altri”.

Le stelle del main draw – Proprio Lorenzo Musetti sarà uno dei protagonisti del tabellone principale del torneo di Forlì, al via lunedì 21 settembre. Il talento di Carrara, che nel main draw del Masters 1000 di Roma ha eliminato Stanislas Wawrinka e Kei Nishikori prima di arrendersi a Dominik Koepfer, ha ricevuto una wild card. Wild card anche a Salvatore Caruso, numero 87 del mondo, e allo statunitense Frances Tiafoe, numero 66 ATP che nel 2019 è stato nella top 30 del ranking mondiale. Pronti a scendere in campo al circolo Tennis Villa Carpena anche Cameron Norrie (68 ATP), Soonwoo Kwon (79), Yuichi Sugita (94), Lloyd Harris (95) e diversi portacolori azzurri tra i quali Andreas Seppi, Filippo Baldi e Riccardo Bonadio. Infine avanza in qualificazioni Alessandro Bega, giustiziere di Michele Vianello con lo score di 7-5 6-0. Bene anche gli statunitensi Christian Harrison ed Alexander Ritschard, lo spagnolo Nikolas Sanchez Izquierdo ed il tunisino Aziz Dougaz.

 

I risultati di sabato 19 settembre 

Primo turno qualificazioni

Alexander Ritschard b. Fabrizio Ornago 6-3 6-7(5) 6-1

Nikolas Sanchez Izquierdo b. Ronald Slobodchikov 7-5 6-3 rit.

Giulio Zeppieri b. Francesco Passaro 6-3 6-2

Alessandro Bega b. Michele Vianello 7-5 6-0

Christian Harrison b. Sadio Doumbia 6-1 6-4

Aziz Dougaz b. Oscar Jose Gutierrez 6-3 5-7 6-2

 Like

IL TORNEO DI FORLÌ DIVENTA ATP CHALLENGER 100

DIRAMATA L’ENTRY LIST, CI SONO SEPPI E VIOLA

IL NUMERO 1 È LO SPAGNOLO ANDUJAR

  

Forlì, 2 settembre 2020 – Gli Internazionali di Tennis Città di Forlì “Memorial Piero Contavalli” salgono di categoria. Il torneo organizzato da MEF Tennis Events al Tennis Villa Carpena passa da ATP Challenger 80 ad ATP Challenger 100. Un aumento importante di punti in palio, di montepremi e di prestigio per l’evento che andrà in scena da sabato 19 a sabato 26 settembre.

Andujar guida l’entry list – Non sorprende a questo punto l’altissimo livello dell’entry list: iscritti ben 12 giocatori tra i primi 100 del mondo, con lo spagnolo Pablo Andujar (numero 56 ATP) a guidare l’elenco. Sono gli stranieri a farla da padroni: attesa per il bielorusso Egor Gerasimov, il sudcoreano Soonwoo Kwon, il britannico Cameron Norrie (fresco di vittoria contro Diego Schwartzman al primo turno degli US Open), l’ungherese Attila Balazs e l’australiano James Duckworth. Due gli italiani per ora nel tabellone principale: l’ex numero 18 del mondo Andreas Seppi, un’istituzione del tennis azzurro, e l’insidioso Matteo Viola, che un anno fa batté Andy Murray nel Challenger di Manacor.

Grande tennis a Forlì – Palcoscenici di rilievo per fare esperienza e confrontarsi con veterani del circuito ATP, i tornei MEF Tennis Events sono da sempre teatro delle performance dei giovanissimi italiani che, spesso in tabellone grazie alle wild card, si esprimono alla grande dando filo da torcere ai più esperti. Non sorprenderebbe vedere in main draw alcune delle stelline del nostro tennis, protagonisti prima a livello Junior ed ora a livello Challenger. Il grande tennis sbarca in Emilia-Romagna: il Tennis Villa Carpena è pronto ad ospitare una manifestazione che promette spettacolo.

 Like

CAMBIANO LE DATE DEI CHALLENGER DI PARMA E FORLÌ

LE NOVITÀ DEL CALENDARIO MEF TENNIS EVENTS

MARCHESINI: “SOLUZIONE TROVATA INSIEME ALL’ATP”

La particolare stagione 2020 del tennis internazionale registra nuovi cambiamenti. Ufficializzate le modifiche del calendario ATP, tra le quali spicca lo spostamento degli Internazionali BNL d’Italia che andranno in scena al Foro Italico di Roma da lunedì 14 a lunedì 21 settembre, anche MEF Tennis Events si adegua alle novità e annuncia cambiamenti.

Le nuove date dei tornei – Gli Internazionali di Tennis Città di Forlì, torneo ATP Challenger 80 intitolato alla memoria di Piero Contavalli che sarà ospitato dal Tennis Villa Carpena di Forlì, sarà disputato da sabato 19 a sabato 26 settembre. Gli Internazionali di Tennis Emilia Romagna, ATP Challenger 125 di Parma di scena al Tennis Club President (Basilicanova di Montechiarugolo), comincerà invece sabato 3 ottobre e terminerà domenica 11. Emilia Romagna protagonista del circuito internazionale come previsto, ma con nuove date.

La soddisfazione di Marchesini – A spiegare le novità Marcello Marchesini, presidente di MEF Tennis Events: “Quando è stato cancellato il Masters 1000 di Madrid, la nostra speranza, essendo secondo me la cosa più logica, era che venisse posticipato di una settimana l’ATP 250 di Kitzbuhel. A quel punto si sarebbe ‘liberata’ la settimana di Parma da un ATP 250, facendo salire ancora di più il livello dei partecipanti al Tennis Club President. Non ne conosciamo i motivi, ma poi si è cominciato a parlare di anticipare gli Internazionali BNL d’Italia, distruggendo sostanzialmente il torneo di Parma, che avrebbe trovato in quella settimana 64 giocatori top 200 a giocarsi le qualificazioni del Foro Italico oltre al 250 di Kitzbuhel”.

A quel punto c’è stato bisogno di cercare una soluzione che mettesse tutti d’accordo: “Grazie ai nostri rapporti consolidati con l’ATP, abbiamo subito cominciato a discutere per trovare una soluzione sia al Challenger 125 di Parma sia al Challenger 80 di Forlì, che si sarebbe trovato in programma nella stessa settimana di Roma. Con grande soddisfazione, possiamo ora annunciare che Forlì si giocherà la settimana successiva al Foro Italico, e che Parma è stato spostato alla settimana del 5 ottobre, la seconda del Roland Garros ed in concomitanza con un solo altro torneo al mondo, il Challenger 80 di Barcellona. Siamo contenti, non era facile uscire indenni da una situazione così complessa”.

 Like